Ricerca per ' gruppo'

Intervista all'avvocato Maurizio Reale: come cambia la professione forense?

L’informatizzazione forense non ha solo modificato la trasmissione degli atti in Cancelleria, ma ha rivoluzionato la professione.

L’avvocato Maurizio Reale, membro del Gruppo di lavoro della Fondazione Italiana per l’Innovazione Forense, in un’intervista video a Wolters Kluwer, ha spiegato la situazione attuale in cui “gli avvocati hanno dovuto rivedere l’impostazione dello svolgimento della loro attività”.

Leggi tutto

Il movimento di Mobilitazione Generale degli Avvocati ha avviato una protesta sui social contro la regola dei "minimi obbligatori" da versare alla Cassa Forense: circa 4mila euro annui, indipendenti dal proprio reddito, così c’è chi si ritrova a pagare più di quanto ha guadagnato.

Leggi tutto

Calabria e Campania guidano la classifica della maggior densità di avvocati: ne hanno rispettivamente 1 ogni 123 abitanti e 1 ogni 129, contro una media nazionale di 1 ogni 204, per un totale di oltre 291 mila legali in esercizio nel nostro Paese. Al terzo posto Lazio con 1 avvocato ogni 133 abitanti. Leggi tutto

Social: moda passeggera o opportunità per gli studi legali?

I social media non sono una moda passeggera. Oggi i social rappresentano la comunicazione, lo storytelling, il marketing. I social media sono flessibili, nel senso che cambiano nel tempo e ti garantiscono diversi risvolti positivi in campo professionale. Ad esempio, Twitter ha iniziato come un modo per inviare aggiornamenti di stato brevi e rapidi e oggi è una fonte di notizie o un modo per organizzare gruppi sul web. Google+ è in continua evoluzione con la sua funzione Hangout, per tenere videoconferenze con più utenti, considerata un’opportunità per gli avvocati negli Stati Uniti.

Leggi tutto

Monica Zent, un avvocato della Silicon Valley, in California, ha lanciato un nuovo social network per gli avvocati che si chiama Foxwordy. Il nome prende origine da "Fox", volpe, che suggerisce l’intelligenza e "wordy" che suggerisce la loquacità.

Per partecipare, gli avvocati devono sottoporsi a una prova per dimostrare la loro buona fede. Poi, possono navigare in totale privacy senza rivelare la loro identità agli altri membri. Alcuni dubbi sono leciti, ma le risposte ci sono.

Leggi tutto

La Sezione Lavoro della Cassazione Civile con sentenza 12725/2013 tratta il tema del mobbing sul posto di lavoro che deve essere argomentato e corredato da prove e dall'elemento soggettivo.Leggi tutto

Avvocati, siti web e social network: i dati di un sondaggio

Un recente sondaggio sulla tecnologia e il settore legale realizzato da ABA negli Stati Uniti ha rilevato che il 62% degli studi legali è presente sui social network, in crescita rispetto al 55% del 2012.

Il 78 per cento degli avvocati gestisce uno o più social network per fini professionali, in particolare, gli avvocati che si occupano di contenzioso sono in prima linea sui social (84%), seguono gli avvocati che si occupano di diritto commerciale (83%) e lavoro (80%).

Leggi tutto

Software per avvocati: il programma

I dati dei motori di ricerca lo confermano: sono sempre più numerosi gli avvocati e gli studi legali che puntano ad informatizzare o comunque migliorare le performance professionali attraverso software gestionali innovativi. Molti avvocati cercano su Google "software per avvocati" ma ci sono anche speranzosi che sul web cercano "software per avvocati gratis" o "open source".Leggi tutto

La Terza Sezione Civile della Corte di Cassazione con sentenza del 5 marzo 2013, n. 5399 stabilisce il concorso di colpa quando il pedone viene investito fuori dalle strisce pedonali.Leggi tutto

« Precedenti 1 2